E non si tratta semplicemente di capire “la piramide alimentare”.

Perù

Machu Picchu, alpaca e lama, il sentiero Inca e la giungla amazzonica, il Perù è stato a lungo nella mia lista dei desideri di viaggio per tutti questi motivi. Non sono mai stato uno che ha evitato un’avventura e quindi il pensiero di seguire le orme degli Incas facendo trekking attraverso le montagne con nient’altro che un lama addobbato e forse una banda di flauto di Pan per compagnia è la mia idea di divertimento .

È una di quelle destinazioni “da vedere prima di morire” che mi piace pensare che non sarebbe una delusione quando ci andrai davvero. È stato rovinato dal turismo? I percorsi sono stati erosi? Mi chiedo se sia così sorprendente come l’ho costruito per essere. Eppure è ancora un posto che voglio visitare un giorno, forse quando i bambini saranno più grandi, o forse più probabilmente quando se ne saranno andati di casa e io e mio marito possiamo affrontare la prossima avventura della nostra vita mentre siamo ancora in buona salute.

Maldive

OK, c’è un po’ di uno schema che emerge qui … mi piace una vista perfetta sull’oceano! Voglio dire, come puoi non voler stare in una di quelle capanne d’acqua che vedi punteggiate nell’oceano, sembrano il sogno. E avere un portello o una finestra di vetro che guardi dal pavimento della tua capanna direttamente nel mare in modo che tu possa vedere il pesce, oh mio dio mi piacerebbe. Ora chiaramente questo non è proprio adatto ai bambini, quindi marito se stai leggendo questo … probabilmente ci sarà presto una pausa solo per gli adulti, giusto? Ehi, non chiedi non ottieni 😉

C’è anche il fatto che gli scienziati hanno scoperto che a causa dell’innalzamento del livello del mare causato dal cambiamento climatico e dallo scioglimento degli iceberg e dei ghiacciai, è molto probabile che in soli 30 anni le Maldive saranno completamente sommerse. Quindi, se non andiamo presto, avremo perso la nostra occasione.

Islanda

Siamo andati in Islanda l’anno scorso e ci è piaciuto moltissimo, ma sembra ancora che abbiamo molto altro da vedere. Non sono mai stata una persona che si è recata per vacanze fredde e nevose, essendo più una ragazza da spiaggia calda. Tuttavia, l’Islanda ha completamente cambiato la mia opinione e ora mi sento come se volessi quel tipo di vacanza ogni anno – insieme a una anche calda ovviamente 😉 Una cosa che ci siamo persi di vedere quando eravamo lì era l’aurora boreale e quindi se noi se dovessimo tornare mi piacerebbe fare un giro in una località più remota per aumentare le nostre probabilità di vederli. Abbiamo alloggiato a Reykjavik in un appartamento Airbnb proprio sulla strada principale ed è stato fantastico per esplorare questa fantastica capitale. I bambini adoravano avere la neve adeguata per giocare e, a condizione che ci avvolgessimo con molti strati, il freddo non era un problema, inoltre ci ha dato una buona scusa per continuare a fermarci per le pause cioccolata calda!

Questa è una vera vacanza avventurosa, diversa da quella che avevamo sperimentato prima, quindi è stata una grande prova per tutti noi. Abbiamo provato cose che erano decisamente fuori dalle nostre zone di comfort – speleologia, mangiare squali marci e portare i bambini in un museo del pene – ma è una vacanza che sicuramente non dimenticheremo mai. Sono quelle vacanze che restano con te per sempre e che ti fanno venire voglia di tornare in un posto perché ne hai tanti bei ricordi. Come genitore desidero instillare nei miei figli la passione per i viaggi, per mostrare loro le differenze nel mondo e incoraggiarli a esplorare e provare cose nuove. L’Islanda ti permette di fare TUTTE queste cose e anche di più.

Quindi sì, ce l’hai, la mia lista dei viaggi “se il denaro non fosse un oggetto” per quest’anno … penso che potrei semplicemente accontentarmi di una vacanza nella soleggiata Petersfield quest’anno mentre sbavando sulle foto delle vacanze di tutti gli altri … beh una ragazza può sognare!

*post collaborativo

“Fidati di me su questo, lo sento nelle mie viscere.” Quante volte hai sentito qualcuno dire questo, o l’hai detto anche tu?

L’intuizione è una spinta potente e misteriosa negli esseri umani. Il termine “istinto istintivo” deriva da quella sensazione intuitiva che di solito proviamo nello stomaco quando ci troviamo di fronte a una decisione. E non è un caso, perché il sistema nervoso enterico, a volte chiamato anche “il secondo cervello”, è ospitato nell’intestino.

Poiché i sentimenti intuitivi sono forti e quindi difficili da ignorare, abbiamo imparato a riconoscere quando qualcosa ci viene naturale o a tirarci indietro da una situazione quando ci sembra pericoloso. Quando prendiamo una decisione, tendiamo a seguire questo istinto che ci suggerisce cosa è giusto, nel bene e nel male. Ma c’è un aspetto particolare in cui la maggior parte delle persone fatica a seguire il proprio istinto, semplicemente non sapendo se il loro secondo cervello dovrebbe essere considerato affidabile, e questo riguarda i nostri corpi e come li trattiamo quotidianamente.

Quindi parliamo di questo.

Istinto intestinale e abitudini alimentari

La pletora di diete restrittive, consigli dietetici e persone che cercano disperatamente “il modo giusto di mangiare” è solo la prova che siamo generalmente confusi su ciò di cui il corpo ha bisogno e vuole. E non si tratta semplicemente di capire “la piramide alimentare”. Più e più volte, è stato dimostrato che non esiste un modo particolare e universalmente giusto di mangiare. Se così fosse, le cose sarebbero molto più semplici, giusto?

Mentre molti fatti sulla nutrizione sono scientificamente provati e di vecchia data, i nutrizionisti ci ricordano sempre di “ascoltare il tuo corpo”. Ma pensa a questo consiglio per un secondo… assorbilo davvero. Cerca di liberare la mente e pensa alla tua reazione interiore quando ti stai limitando troppo o quando stai esagerando. Il tuo istinto ti sta dicendo qualcosa.

Le regole di un’alimentazione sana sono molto più semplici di quanto le dimostriamo, e 2 fatti sono sempre veri:

Va tutto bene con moderazione.Il tuo corpo desidera davvero pasti diversi e sani.

Ce n’è anche una terza che ne deriva naturalmente e cioè ascoltare il proprio corpo e usare il buon senso. Mentre la risposta alle abitudini alimentari è fisiologica, il nostro istinto e il buon senso ci aiutano a fare le scelte giuste. In breve, non pensarci troppo! Cerca invece di distinguere tra l’intuizione, che funziona nel tuo interesse, e il desiderio di spazzatura. E no, guardare quella barretta di cioccolato non è il risultato del tuo istinto, ma piuttosto di abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

“Non mi sento così bene”

Avere la sensazione che qualcosa non va nel tuo corpo è molto comune, eppure le persone tendono comunque a spazzarlo via. Ma le sensazioni viscerali sul corpo sono importanti segnali di avvertimento che dobbiamo ascoltare in modo che le condizioni non si aggravino. Simile al mangiare, l’intuizione è un modo per il tuo corpo di comunicarti i suoi bisogni. Ti guida ad ascoltare i più piccoli suggerimenti fisiologici: qualcosa di debole, tossico o semplicemente non giusto in qualche modo.

Ad esempio, molte persone aumentano l’assunzione di vitamina C senza aver bisogno di confermare che sono a rischio di un sistema immunitario indebolito: il loro istinto consente loro di agire in anticipo. Una situazione come questa è comune e ci aiuta a prenderci cura del nostro corpo, raggiungendo i nutrienti di cui abbiamo più bisogno in quel momento, senza registrare realmente da dove proviene questa scelta.

In altre situazioni, il tuo corpo potrebbe dirti che c’è qualcosa in gioco prima di manifestare sintomi gravi, è l’istinto che ti porterà a prendere il telefono e prenotare un appuntamento per un controllo. Non combatterlo.

Sport e infortuni

Quando si tratta di seguire l’istinto per prevenire lesioni durante l’attività fisica, le cose diventano un po’ vaghe. La mentalità atletica ti dice di lavorare di più, spingerti oltre i tuoi limiti, abbandonare la paura. E come persona con obiettivi atletici, sai bene che alcune imprese possono essere pericolose, ma ti prepari per loro e fai tutto bene per ridurre al minimo il rischio di lesioni. Inutile dire che gli sport estremi si basano su un alto grado di rischio per la scarica di adrenalina.

La cosa più importante da realizzare nel caso dell’attività fisica è come si sente effettivamente il tuo istinto. Non preoccuparti: lo saprai. Non è una scarica di adrenalina, e non è la sensazione leggermente sgradevole che viene naturalmente quando esci dalla tua zona di comfort. È tutto il tuo corpo e la tua mente che ti assillano che qualcosa andrà storto, e questa sensazione non arriva facilmente, quindi non scambiarla per solo “schifo”.

L’intuizione è complessa e più materiale di quanto pensiamo. Ci sono casi, come la tua percezione delle altre persone (che deriva in gran parte dall’esperienza) in cui la tua mente può influenzare in peggio le tue decisioni emotive. Ma quando è direttamente correlato al corpo fisico, è sempre meglio ascoltarlo. Il tuo corpo e la tua mente sono programmati per salvaguardare l’intero meccanismo. Sintonizzati su quella sensazione istintiva, ma per rendere davvero la tua intuizione accresciuta e affidabile, sforzati di essere consapevole e attento. In questo modo, avrai il giusto equilibrio tra il processo decisionale razionale ed emotivo.

Lo abbiamo sperimentato tutti: dopo un duro allenamento, ti fai la doccia, ti siedi e ti rilassi, magari guardi qualcosa su Netflix e vai a letto. La mattina dopo ti svegli e i tuoi muscoli sono tesi, e sembra che ogni movimento faccia male. Quindi provi ad allungare i muscoli e ad alimentare la giornata, sperando che il tuo corpo si riprenda rapidamente dal pagare il prezzo elevato di rimanere in salute.

Ma ecco il punto: non devi aspettare così tanto tempo dopo un buon allenamento per sentirti di nuovo bene. Ci sono un sacco di cibi economici e dal sapore straordinario che possono aiutarti a recuperare rapidamente.

Ecco cinque dei tanti cibi che puoi mangiare per un rapido recupero dall’allenamento per aiutarti a tornare a goderti le tue mattine!

Toast all’avocado

I toast all’avocado hanno una brutta reputazione in questi giorni. Considerato dai media il cibo preferito per il brunch della generazione millenaria, i benefici per la salute di una buona fetta di toast all’avocado sono spesso trascurati. Il toast all’avocado non sta danneggiando le possibilità dei millennial di acquistare case, ma sta combattendo i loro dolori post-allenamento.

Questo gustoso spuntino è ricco dei carboidrati di cui il tuo corpo ha bisogno per bilanciare i livelli di glicogeno e i grassi sani che possono aiutare a costruire i muscoli. L’aggiunta di un uovo nel mix ti dà proteine ​​che ti aiuteranno a costruire ulteriormente i muscoli. Tuttavia, è importante notare che mentre l’avocado è ricco di grassi sani reduslim componenti, sono comunque grassi e dovrebbero essere consumati con moderazione per evitare un aumento di peso che può portare a coaguli di sangue mortali e altri problemi di salute per tutta la vita.

Ricotta e Fette di Arancia

Una miscela di ricotta e fettine d’arancia è un modo gustoso per introdurre nel tuo sistema le proteine ​​di cui hai tanto bisogno dopo l’allenamento. Oltre alle proteine ​​che si trovano nella ricotta, ha anche un’alta concentrazione di nutrienti come il selenio e la vitamina B12 che aiuteranno la tua salute generale, non solo il recupero post-allenamento.

Le fette di arancia forniscono vitamina C, fibre e potassio, che possono aiutare il tuo corpo a mantenere un’idratazione regolare. Anche tutta una serie di altri frutti ha un ottimo sapore se abbinato alla ricotta, quindi non aver paura di mescolare le cose e prova i tuoi frutti preferiti!

Shake proteico con banana

I frullati proteici sono come il camaleonte del mondo del cibo da allenamento. Puoi aggiungere qualsiasi cosa in questo elenco a un frullato proteico per un modo semplice per introdurre cibi più sani nel tuo sistema.

La polvere proteica stessa è ciò che rende questi frullati così importanti per un rapido recupero. Sia le polveri proteiche a base di siero di latte che le polveri proteiche a basso contenuto di carboidrati specializzate e keto-friendly consentono al tuo corpo di assorbire rapidamente la proteina che aiuta i tuoi muscoli a rimbalzare e crescere. Gli studi hanno dimostrato che le proteine ​​del siero di latte possono effettivamente aiutare a ridurre il gonfiore muscolare, che è uno dei fattori che contribuiscono al dolore del giorno successivo.

L’aggiunta di una banana fornisce al tuo corpo il potassio, un importante elettrolita che aiuta la salute generale del cuore. La fibra nella banana aiuterà il tuo corpo ad assorbire rapidamente anche gli altri nutrienti nel frullato proteico.

Spinaci e Kale

Mentre la maggior parte degli altri alimenti in questo elenco soddisfa i tuoi requisiti nutrizionali macro come proteine, carboidrati e grassi, i micronutrienti sono altrettanto importanti per il recupero dell’allenamento. Alimenti come spinaci e cavoli sono pieni zeppi di questi micronutrienti che consentono al tuo corpo di funzionare correttamente. Non hai bisogno di molti micronutrienti (da cui il nome), ma possono essere difficili da monitorare senza l’aiuto di un fitness tracker.

Le verdure a foglia verde scure sono un’ottima aggiunta a qualsiasi dieta e sono particolarmente utili per un rapido recupero dall’allenamento. Ciò è dovuto alla loro alta concentrazione di vitamine del gruppo B e agli alti livelli di fibre e carotenoidi-antiossidanti. Combina questo con il fatto che queste verdure sono alimenti incredibilmente ipocalorici e hai un delizioso trattamento post-allenamento che non solo aiuta nel recupero, ma ti consente anche di raggiungere i tuoi obiettivi di micronutrienti!

Yogurt, Frutti di Bosco e Granola

La tripletta di bontà post-allenamento, yogurt, frutti di bosco e muesli sono una potenza quando si tratta di recupero. Contenente una miscela perfetta di proteine, carboidrati e grassi, questa combinazione ha consolidato il suo posto nella storia come un fantastico e delizioso pasto post-allenamento.

Non solo contiene tutto il necessario per una pronta guarigione, ma le opzioni per personalizzare questo cibo secondo i tuoi gusti sono infinite. Qualsiasi bacca o frutto che ti piace può essere messo in questa combinazione e sarà una sensazione di gusto e consistenza. L’uso di yogurt greco non zuccherato aumenta ulteriormente l’apporto proteico e riduce anche lo zucchero. Se la granola non è la tua preferita, può essere facilmente sostituita con l’avena che è ricca di fibre, calcio e proteine.

Suggerimenti finali

Prendersi cura del proprio corpo è importante, come ben sapete, e mangiare questi cibi dopo un buon allenamento vi metterà sulla buona strada per una vita più felice e più sana. Se ritieni che preparare uno di questi articoli dopo un allenamento sia noioso o non ne valga la pena, prendi in considerazione la preparazione di pasti preparati in anticipo per incoraggiare un’alimentazione sana e impedirti di mangiare quel cheeseburger fast food di congratulazioni. Se segui il piano, non gemerai più quando ti alzerai dal letto la mattina successiva dopo il giorno delle gambe!

C’è solo una cosa che possiamo garantire nella vita ed è che a un certo punto moriremo. Lo so, un modo piuttosto morboso per iniziare un articolo nel modo giusto, ma è un dato di fatto e uno che quando invecchiamo dobbiamo affrontare. Tuttavia, non è tutto negativo fintanto che facciamo le valigie il più possibile per garantire che le nostre vite siano piene di gioia, scopo e momenti felici trascorsi con i nostri cari. Prendersi cura dei nostri genitori e nonni quando invecchiano è un compito inevitabile e necessario che può essere riempito con molte emozioni e lotte diverse a seconda delle circostanze individuali. Sta a noi aiutarli a rimanere il più indipendenti e mobili possibile fino al momento in cui potrebbe essere necessario un ulteriore aiuto professionale.

Per quanto nessuno di noi voglia pensarci, il fatto è che quando i nostri genitori invecchiano arriverà un momento in cui non saranno più in grado di guidare, potrebbero iniziare a dimenticare le cose, potrebbero diventare fisicamente debilitati. Dobbiamo aiutarli a stare il più a loro agio e al sicuro nelle ultime fasi della loro vita.

Ecco alcuni modi in cui possiamo aiutarli a raggiungere questo obiettivo:

Category:

blog

Comments are closed.